Perché i pesci scambiano le microplastiche per krill e le ingeriscono.
Perché i pesci scambiano le microplastiche per krill e le ingeriscono.
Cooperazione Weekend

Particelle in acqua

I mari e i loro abitanti soffrono sempre di più degli effetti delle microplastiche. Cosa possiamo fare per aiutarli?

Il Mediterraneo lancia un grido di ­aiuto

Secondo il WWF, nel 2018 nel mare sono stati rinvenuti fino a 1,25 milioni di frammenti di microplastica per chilometro quadrato. Le particelle di plastica che hanno un ­diametro inferiore a cinque millimetri sono considerate microplastiche. Da un lato derivano dalla produzione mirata per realizzare gel doccia, shampoo o creme per la pelle, d’altro lato si tratta di frammenti appartenenti a rifiuti plastici più voluminosi. Anche il lavaggio di abiti ­confezionati con fibre sintetiche libera microplastiche. Ma a prescindere dalla provenienza: in mare non hanno niente da cercare. Perché i pesci scambiano le microplastiche per krill e le ingeriscono.

Anche tu puoi aiutare

A causa di discariche abusive e dello smaltimento illegale dei rifiuti, il Mediterraneo rischia una vera e propria catastrofe dovuta alla plastica. Anche tu puoi fare qualcosa per contrastare questa situazione, pur trovandoti in un Paese dell’entroterra come la Svizzera: smaltisci i rifiuti correttamente e non buttarli mai nei fiumi, nei laghi o in mare, ­riduci al minimo il consumo di plastiche monouso e compra prodotti estetici ­esenti da microplastiche, come pure abiti in ­fibra naturale (p. es. prodotti della linea ­Naturaline).

Prodotto della settimana

Garantita senza plastica

Shirt Donna Naturaline nera
96% cotone bio
Fr. 17.95, da Coop e Coop City

Domanda del lettore

«Perché presso alcune filiali Coop ci sono così pochi ­parcheggi per biciclette?»

Gabriel, 51 anni, Romanshorn (TG)

x

«Ci impegniamo a mettere a disposizione della nostra clientela il maggior numero possibile di posteggi per biciclette, ma a volte, quando l’area davanti al ­negozio è pubblica come ad esempio quella di un marciapiede, ci manca lo spazio per ­farlo.»

Fabian Donat

Capo progetto costruzione, pianificazione dei punti vendita, da Coop

Hai una domanda sulla sostenibilità?
Scrivici a: weekend@coop.ch

Il buon esempio

Daryl Hannah 

Sul grande schermo, l’attrice americana ha dato vita a ogni genere di personaggi, dalla sirena alla killer con la benda sull’occhio. E le attività della 60enne a favore dell’ambiente non sono meno versatili: è co-fondatrice della Sustainable Biodiesel ­Alliance e fa parte del consiglio direttivo di associazioni quali Environmental Media ­Association, Action Sports Environment Coalition ed ecoAmerica e sostiene altre 16 organizzazioni benefiche.

Tutto sull’iniziativa sostenibile

fatti-non-parole.ch

Cooperazione Weekend

Un'iniziativa nata dalla collaborazione di Cooperazione e 20 minuti, i due maggiori giornali della Svizzera, per lanciare un nuovo magazine di tendenza per l'inizio del fine settimana. «Cooperazione Weekend», disponibile da subito all'interno di 20 minuti, esce tutti i venerdì in tre lingue.