Camilla Corsi è responsabile del centro di ricerca sulla protezione delle colture agricole in Syngenta
Camilla Corsi è responsabile del centro di ricerca sulla protezione delle colture agricole in Syngenta
Paid post

«Il futuro risiede nell’agricoltura di precisione»

Camilla Corsi, Head of Crop Protection Research in Syngenta, dirige un team mondiale di oltre 700 scienziate e scienziati. Sul «divano verde», che per questo episodio della serie di colloqui di Syngenta è stato collocato in una serra del centro di ricerca e di sviluppo a Stein, parla delle possibilità che la scienza moderna offre per la salute dei vegetali, ma anche sul suo particolare rapporto con l’agricoltura e gli alimenti della sua terra natia, la Toscana.

La sfida generale dell’agricoltura risiede nella protezione delle colture da malattie fungine, insetti nocivi e infestanti, per consentire agli agricoltori di produrre cibo sano in quantità sufficienti. In quest’ottica lo sviluppo di nuovi principi attivi è fondamentale. «Ricerchiamo e sviluppiamo tecnologie per il futuro», afferma Camilla Corsi, «con un approccio a 360 gradi». I nuovi prodotti per la protezione delle colture possono essere sia di origine sintetica che biologica.

Impiego di prodotti sintetici e biologici

Alla domanda della presentatrice Christa Rigozzi, se non si possano impiegare prodotti esclusivamente naturali nella protezione delle colture, Camilla Corsi risponde: «Abbiamo bisogno di entrambi». I prodotti di origine biologica sono spesso meno stabili di quelli sintetici, afferma la scienziata, «il numero di principi attivi biologici che potrebbero sostituire quelli sintetici è limitato».

Che si tratti di prodotti fitosanitari sintetici e biologici, per entrambi la sostenibilità deve essere garantita. «Sin dalle prime fasi del processo di ricerca, selezioniamo le molecole con cui sviluppare nuovi principi attivi», sottolinea Corsi. Queste molecole devono essere sicure per gli esseri umani, l’ambiente e gli insetti utili come le api. E il prodotto finale deve agire in modo preciso in una quantità minima ed essere perfettamente degradabile per non lasciare residui.

Impiego dell’intelligenza artificiale

Lo sviluppo di nuovi prodotti fitosanitari o agrofarmaci è complesso e impegnativo. «Syngenta investe 1,3 miliardi di dollari all’anno nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie per la protezione delle colture e delle sementi», afferma Camilla Corsi. In quest’ottica dobbiamo integrare nei processi di sviluppo i metodi più evoluti, compresi quelli digitali. Per questo Syngenta ha recentemente avviato una collaborazione con Insilico Medicine, una società che si avvale dell’intelligenza artificiale e del deep learning per sviluppare, sintetizzare e convalidare nuovi principi attivi farmaceutici. I primi successi sono incoraggianti. Insilico Medicine, ad esempio, è stata in grado di sviluppare una nuova molecola per un bersaglio molecolare conosciuto in soli 46 giorni, un processo che di solito richiede parecchi anni. «È un eccellente risultato, che ci auguriamo di conseguire anche in agricoltura», prosegue Camila Corsi. Ciò non è affatto escluso, poiché la ricerca farmaceutica e agrochimica sono affini».

L’agricoltura del futuro

È anche il percorso verso l’agricoltura del futuro. «Sarà un’agricoltura di precisione», afferma Camilla Corsi, «con un uso minimo di prodotti fitosanitari, fertilizzanti e acqua». Saranno impiegate nuove varietà di colture, più resistenti agli effetti del cambiamento climatico. «E impiegheremo droni e robot per aiutare gli agricoltori a produrre in modo sostenibile». 

«Il futuro sarà appannaggio di un’agricoltura di precisione con l’impiego di droni e robot», Camila Corsi, responsabile della ricerca sulla protezione delle colture agricole in Syngenta.

«Green Sofa» è una serie di conferenze sulla nutrizione, l'agricoltura moderna e la protezione delle colture.
«Green Sofa» è una serie di conferenze sulla nutrizione, l'agricoltura moderna e la protezione delle colture.

A proposito del «divano verde» 

Il divano verde è l’accessorio principale di una nuova serie di colloqui ospitati da Syngenta, incentrati su argomenti legati alla nostra alimentazione, all’agricoltura moderna e al ruolo della protezione delle colture nella nostra vita quotidiana. Moderati da Christa Rigozzi, i singoli episodi presentano ospiti molto diversi, provenienti da diverse regioni della Svizzera, che condividono un aspetto: nei loro rispettivi campi, sono esperti che hanno a cuore la qualità dei nostri alimenti e la protezione delle nostre colture.  

Gli episodi sono completati da sequenze che offrono uno sguardo sull’ambiente di lavoro delle persone interpellate, dal vigneto alla cucina del ristorante, al laboratorio di ricerca. In tal modo, il divano verde diventa l’elemento di congiunzione per riflettere e interrogarsi sulle interazioni che troppo spesso diamo per scontate.   

Paid post

Questo contenuto è stato creato da Commercial Publishing in collaborazione con Syngenta. Commercial Publishing è l’unità di Content Marketing che produce contenuti commerciali su mandato di 20 Minuti e Tamedia.