Top Secret
Top Secret
Cooperazione Weekend

Smascherati

«La verità è molto peggio di quello che credi! Apri gli ­occhi!» Sentiamo sempre più spesso frasi di questo tipo, ma sarà vero? Andiamo a scoprire alcune delle teorie del complotto più diffuse e vediamo come non farci abbindolare.

Cappelli di carta stagnola, massoni e rettiliani: spesso prendiamo in giro chi diffonde le teorie complottistiche. Ma oggi coloro che hanno «aperto gli occhi» non sono più soltanto innocui matti ai margini della società. Il telelavoro, Zoom e le quarantene hanno fatto sì che trascorriamo sempre più tempo online. Tra un articolo di ­Wikipedia e il profilo di un amico su un social, quando navighiamo in rete capitiamo spesso su bizzarre teorie, che a prima vista possono sembrare orribilmente ­plausibili. Il ­nostro interesse aumenta e l’algoritmo fa il resto. In men che non si dica ci troviamo in un oscuro mondo parallelo, ci chiediamo perché nessuno stia parlando di quanto accade e non ci fidiamo più di nessuno.

In tempi di crisi è comprensibile che si metta in discussione la realtà che ci circonda. Deve pur esserci qualcosa che sta andando storto. E proviamo un sentimento appagante di superiorità dettato dalla convinzione di appartenere alla comunità dei pochi «che sanno». Tutto questo è umano, ma anche se le domande sono legittime bisogna fare attenzione alle false risposte.

La Germania come impresa privata

Chi non ha mai fantasticato di avere un suo proprio regno? Per la maggior parte della gente è un delirio di cui ridere e scherzare, ma i cosiddetti «cittadini del Reich» (Reichsbürger) vogliono crearlo davvero, attraverso tortuose ideologie e strani argomenti. Secondo questa comunità, la Repubblica federale tedesca non è uno Stato bensì un’azienda priva di qualsiasi legittimità. Per questo dovrebbe essere reinstaurato il Reich con i suoi ­confini del 1937. A partire da questo «dato di fatto», intendono proclamare il proprio Stato tedesco, alla testa del quale ci sarebbero ovviamente loro stessi. Le «prove» per corroborare queste tesi strampalate si trovano presumibilmente in documenti ufficiali. La carta d’identità, per esempio, sarebbe in ­realtà un documento di identificazione dei dipendenti della ditta Germania. I sostenitori di questa teoria sostengono ­inoltre che la Germania non abbia una costituzione, ma soltanto una «legge fondamentale». Ma anche se in effetti si chiama «Legge fondamentale», ciò non toglie che si tratta di una costituzione. È un po’ come se uno dicesse: «tu non hai un’auto, hai una Mercedes».

Livello di pazzia:

4/5 Elmi chiodati

Indossato da chi è despota per hobby, per vivere appieno le proprie fantasie di potere.
Indossato da chi è despota per hobby, per vivere appieno le proprie fantasie di potere.

Game of Drones

Quadrocopter DJI Tello,

fr. 89.90,
Quadrocopter DJI Tello, fr. 89.90, da Interdiscount.

Scie chimiche

Ti è già capitato di osservare il cielo e vedere quelle strisce bianche che gli aerei tracciano sullo sfondo azzurro? Allora avrai notato che la loro consistenza non è sempre uguale. A volte sono dense, altre volte sottili. In certi casi si dissipano velocemente, in altri rimangono visibili a lungo. Guarda, non sei l’unica persona ad aver notato tutto ciò.

La spiegazione è semplice: la combustione del cherosene nelle turbine produce vapore acqueo, che viene rilasciato nell’atmosfera, dove condensa a contatto con l’aria fredda. Queste strisce in fondo non sono altro che «nuvole artificiali» e come accade con quelle naturali, il loro aspetto varia in funzione di fattori quali l’altitudine, la pressione e le ­correnti.

Va bene. Ma che c’entra questo con le teorie complottistiche? Beh, ci sono persone che hanno formulato strane idee al ­proposito. Secondo loro, alcune scie contengono sostanze chimiche aggiunte dai governi ed è per questo che rimangono visibili più a lungo. Le presunte ragioni per tali mani­polazioni variano: dagli esperimenti di controllo demografico a quelli per modificare le condizioni meteo. Ma non sono ­spiegazioni, sono castelli in aria!

Livello di pazzia:

2/5 Piedi per terra

Avere la testa fra le nuvole a volte ci allontana del tutto dalla realtà.
Avere la testa fra le nuvole a volte ci allontana del tutto dalla realtà.

Vedo tutto!

Binocolo Hama Optec 8 × 21,

fr. 49.95, da Interdiscount.
Binocolo Hama Optec 8 × 21, fr. 49.95, da Interdiscount. Comprare qui

QAnon

Il 6 gennaio 2021, un’orda scatenata ha preso d’assalto il Campidoglio a Washington con l’intenzione di mantenere al potere l’ex presidente americano Donald Trump. Le immagini mostrano diverse persone con magliette e bandiere che recano la ­misteriosa scritta «Q». Di che cosa si tratta?

Com’è spesso il caso, la risposta si trova online. Si dice che un whistleblower del governo statunitense riveli informazioni ­segrete sulla piattaforma 4chan. Si tratta di un utente chiamato Q, che posta arcane notizie sulla lotta che Trump sta combattendo contro il malvagio «Stato profondo». L’account viene seguito da una comunità di fanatici che decifrano e interpretano i post di Q. Ma QAnon non è un innocente giochetto di ­risoluzione di enigmi per tutta la famiglia.

Buona parte dei seguaci è infatti convinta che un’élite satanica rapisca bambini per estrarre dai loro corpi l’adrenocromo, ­sostanza che secondo loro permetterebbe di rimanere eternamente giovani. L’adrenocromo esiste veramente, ma è semplicemente un prodotto del catabolismo dell’adrenalina e si può fabbricare in laboratorio. Non ha proprietà psichedeliche né fa ringiovanire. Non c’è nessuna ragione per cui qualcuno ­debba rapire dei bambini per ottenerlo. Ma siccome i seguaci di Q ­basano le loro teorie sui post di uno sconosciuto che scrive su un sito tutt’altro che attendibile, serve a poco fare leva su ­argomenti razionali.

Livello di pazzia:

5/5 secchi di vernice arancione

Mettere in discussione gli altri va bene, bisognerebbe però farlo anche con gli sconosciuti su internet.
Mettere in discussione gli altri va bene, bisognerebbe però farlo anche con gli sconosciuti su internet.

Il segreto di Donny

Autoabbronzante Avène Sun 100 ml,

fr. 20.40, da Coop Vitality.
Autoabbronzante Avène Sun 100 ml, fr. 20.40, da Coop Vitality. Comprare qui

Terra piatta

«E pur si muove!», pare avesse detto l’astronomo Galileo Galilei, che cercò di convincere i suoi contemporanei del modello eliocentrico, ossia che la Terra gira intorno al Sole, il quale sta al centro del nostro sistema planetario e non l’inverso. Si potrebbe pensare che circa 400 anni dopo, tutti ormai accettino questa realtà e invece esistono ancora persone scettiche al ­riguardo.

E poi c’è chi va anche oltre. I terrapiattisti sono convinti che il nostro pianeta non è un globo, bensì un disco. Le immagini ­dallo spazio che dimostrano inequivocabilmente come stanno le cose vengono considerate mere falsificazioni. In compenso viene dato credito alle prove (se possiamo chiamarle così) di strambi esperimenti casalinghi e si accusa un complotto mondiale della diffusione di «false informazioni». La comunità dei terrapiattisti si organizza sul web. Esistono numerosi canali che diffondono queste tesi e le argomentano. In questo modo, negli ultimi anni la teoria della Terra piatta si è propagata a macchia d’olio. L’ironia di tutto ciò è che i satelliti attraverso i quali queste persone fanno circolare le loro balzane idee non potrebbero nemmeno funzionare se il pianeta fosse piatto!

Livello di pazzia:

3/5 Elmi da guerriero

Dal XXI secolo si torna al Medioevo – grazie a internet questo è possibile.
Dal XXI secolo si torna al Medioevo – grazie a internet questo è possibile.

Per il cappello in alluminio

Carta d’alluminio Premium

15 m × 30 cm, fr. 3.50,
Carta d’alluminio Premium 15 m × 30 cm, fr. 3.50, da Coop.

Cooperazione Weekend

Un'iniziativa nata dalla collaborazione di Cooperazione e 20 minuti, i due maggiori giornali della Svizzera, per lanciare un nuovo magazine di tendenza per l'inizio del fine settimana. «Cooperazione Weekend», disponibile da subito all'interno di 20 minuti, esce tutti i venerdì in tre lingue.