Cooperazione Weekend

Vita sempre più breve

Cellulari e compagnia oggi invecchiano in fretta, provocando più rifiuti. E come si smaltiscono i rifiuti elettronici?

Secondo il World Economic Forum, gli apparecchi elettronici usati sono la fonte di rifiuti maggiormente in crescita in tutto il mondo. Dato che le tecnologie evolvono rapidamente, cellulari, computer e apparecchi domestici oggi invecchiano più in fretta di una volta. Cresce il fabbisogno di materie prime e al contempo aumentano i rifiuti. È pertanto importante che tu smaltisca in modo corretto gli apparecchi elettronici che non funzionano più. Nella maggior parte dei casi contengono vetro, materie plastiche e metalli che possono essere riutilizzati. Inoltre, smaltendo correttamente questi apparecchi, fai sì che sostanze nocive per la salute non finiscano nell’ambiente.

Particolarmente importante: apparecchi elettrici ed elettronici non devono finire nella spazzatura! In Svizzera, commercianti e produttori sono tenuti a riprendere gli apparecchi non più funzionanti, anche se non acquisti da loro. Altrimenti puoi portarli al centro di raccolta. Entrambe le varianti sono gratuite, poiché dal 1998 in Svizzera all’acquisto di apparecchi elettronici, paghi una tassa che permette di finanziare la restituzione gratuita e il riciclaggio. Quando gli apparecchi infine arrivano alla ditta specializzata per lo smaltimento, cellulari, mixer eccetera vengono smontati. Il materiale riciclabile viene smistato per un riutilizzo, mentre le sostanze nocive vengono smaltite in modo ecocompatibile. Gli apparecchi restituiti a Coop o ad altri negozi specializzati sono smontati e riciclati esclusivamente in Svizzera.

Domanda del lettore

È più sostenibile un cetriolo bio proveniente dalla Spagna o uno convenzionale svizzero? Muriel, 26, Stäfa (ZH)

D’estate, i cetrioli sia biologici che convenzionali provengono dalla Svizzera. Quello bio è il più sostenibile, dato che viene prodotto senza l’impiego di pesticidi chimico-sintetici. D’inverno, il cetriolo svizzero proviene da una serra riscaldata. Pertanto: meglio quello bio cresciuto al sole di Spagna, che quello ­maturato in una serra in Svizzera.
Michael Scheidegger, Responsabile Brand gruppo sostenibilità

126000 tonnellate di CO₂ all’anno …

… è quanto si risparmia in Svizzera con il riciclaggio del PET. Ciò corrisponde a circa 9500 giri del mondo in automobile o al consumo annuo di olio da riscaldamento della città di Bienne. Questo è quanto è stato calcolato dall’azienda Carbotech, specializzata in analisi ambientali. Il PET è una materia prima preziosa, molto facile da riciclare. La raccolta separata delle bottiglie di PET fornisce così un importante contributo alla riduzione del consumo di risorse in Svizzera.

Tutto sull’iniziativa sostenibile:

Cooperazione Weekend

Un'iniziativa nata dalla collaborazione di Cooperazione e 20 minuti, i due maggiori giornali della Svizzera, per lanciare un nuovo magazine di tendenza per l'inizio del fine settimana. «Cooperazione Weekend», disponibile da subito all'interno di 20 minuti, esce tutti i venerdì in tre lingue.