Cooperazione Weekend

Nuova vita ai vecchi vestiti

Borse di stoffa prodotte localmente e in modo sostenibile, e per di più stilose: è quanto incarna “Omid”, il vincitore di quest’anno del “Premio per la sostenibilità Coop”.

«Le borse di domani realizzate con vestiti di ieri», questo è il motto di Finn Bogdan, Chris Hamburger, Laura Carrascal Gallego, Milad Hoseini e Yugin Kha. Sabato scorso i cinque giovani imprenditori, che normalmente stanno sui banchi della Scuola cantonale am Burggraben di San Gallo, sono stati insigniti del “Premio per la sostenibilità Coop 2022”. Dal 2013, Coop sostiene il “Company Programme” di YES e premia il progetto più sostenibile presentato da studenti di età compresa tra i 16 e i 20 anni. Quest’anno, i giovani imprenditori di Omid hanno convinto la giuria con un’alternativa alle classiche borse di stoffa efficiente sul piano delle risorse.

Per la produzione delle “tote bag” tradizionali vengono utilizzate immense quantità d’acqua dato che, nella maggior parte dei casi, sono di cotone. Secondo uno studio del Ministero dell’ambiente danese, una borsa di stoffa di cotone biologico dev’essere utilizzata 20.000 volte per eguagliarla al bilancio ecologico di un sacchetto di plastica utilizzato una sola volta.

Per quanto riguarda Omid, la situazione è diversa. La fabbricazione non necessita di acqua supplementare, perché le borse sono cucite utilizzando vestiti di seconda mano rimasti invenduti. E dato che ritirano gli abiti nel negozio di seconda mano BrockiShop a Wil, nel processo viene a cadere anche il trasporto. Le borse vengono poi cucite dal laboratorio protetto “GHG Sonnenhalde Tandem”, situato sopra San Gallo. «Non sono sostenibili solo a livello ecologico, bensì anche sul piano sociale», spiega Chris Hamburger, CEO di Omid. Forte, no?

16.500 m² di nuovi impianti fotovoltaici...

… sono stati installati sugli edifici Coop nel 2021. Una superficie che corrisponde a circa tre campi da calcio. Dal 2016, sui tetti dei suoi punti vendita, stabilimenti di produzione e centri di distribuzione, il commerciante al dettaglio ha montato complessivamente 60 impianti solari. Questi impianti permettono di produrre ogni anno 19 milioni di kilowattora di energia solare sostenibile. Trovi altri interessanti fatti e cifre sugli sviluppi del settore della sostenibilità presso Coop nel Rapporto sui progressi in materia di sostenibilità, pubblicato su:

sustainable.coop.ch

Il buon esempio

Camila Cabello

La cantante non è nota solo per successi come «Havana» o «Señorita», ma è anche attiva nel campo dell’ambiente. Per esempio, la 25enne coltiva da sé le verdure. Inoltre, sfrutta la sua popolarità per attirare l’attenzione sulle tematiche della sostenibilità e sostiene attivamente il movimento “Fridays for Future”.

Tutto sull’iniziativa sostenibile:

Cooperazione Weekend

Un'iniziativa nata dalla collaborazione di Cooperazione e 20 minuti, i due maggiori giornali della Svizzera, per lanciare un nuovo magazine di tendenza per l'inizio del fine settimana. «Cooperazione Weekend», disponibile all'interno di 20 minuti, esce tutti i venerdì in tre lingue.