Cooperazione Weekend

Un tessuto intramontabile

Naturale e sostenibile, il lino si fa strada nei nostri armadi. Tanto meglio, perché d’estate è piacevole indossare gli abiti prodotti con questo materiale leggero... E se te ne prendi cura, mantengono la loro forma e dureranno a lungo.

Restare al fresco

Tessuto naturale estratto dallo stelo della pianta, il lino ha un certo costo poiché richiede numerosi passaggi di trasformazione. Ma se ce ne prendiamo cura dura anche a lungo. Una sua particolarità è il fatto che è termoregolatore: dato che la sua fibra è cava, tiene piuttosto caldo d’inverno ed è fresco d’estate! Al termine del loro ciclo di vita, gli abiti sono biodegradabili. Un difetto? Manca di elasticità, il tessuto 100 % lino si stropiccia in fretta.

PERCHÉ CI PIACE

Resistente e leggero, il lino è un tessuto di qualità che respira, piacevole da indossare. Visto che è sostenibile, soddisfa anche le esigenze di un consumo più responsabile.

TI VESTE TUTTO L’ANNO: blusa in lino di Nulu,
fr. 69.95, da Coop City.
TI VESTE TUTTO L’ANNO: blusa in lino di Nulu, fr. 69.95, da Coop City.

Come cresce

Il lino è una pianta che necessita di poca acqua e poche sostanze chimiche (fertilizzanti o pesticidi), caratteristiche che costituiscono indubbiamente un vantaggio. Inoltre, l’80 % della produzione mondiale si trova in Europa, in gran parte in Francia. Gli abiti tuttavia continuano in parte a essere prodotti in Cina.

TAPPETO DI FIORI BLU: lino perenne blu, fr. 2.90,
da Coop edile+hobby.
TAPPETO DI FIORI BLU: lino perenne blu, fr. 2.90, da Coop edile+hobby.

Trasformazione

Dopo il raccolto, il lino subisce molti passaggi per separare le fibre dalla corteccia. Le lunghe fibre vengono in seguito pettinate, filate a secco o bagnate. Immerse in un’acqua a 70°C, formano fili morbidi e sottili destinati all’abbigliamento o alla biancheria. Se la filatura si fa a secco, i fili avranno un aspetto più rustico. Infine, a dipendenza della tecnica scelta, il lino può avere un aspetto liscio o irregolare e può persino essere mescolato con altre fibre per formare un blend e, ad esempio, evitare che si spiegazzi troppo. Così, il lino è disponibile in svariate qualità, a seconda della fibra e del savoir-faire con il quale è lavorato.

SARTORIA DI CASA: macchina da cucire Singer M2405
fr. 299.–, da Coop City.
SARTORIA DI CASA: macchina da cucire Singer M2405 fr. 299.–, da Coop City.

Non si butta nulla

Oltre alla confezione di stoffe, abiti, biancheria o eleganti tovaglie, il lino serve inoltre alla creazione di spago. Certi scarti provenienti dalla sua trasformazione diventano pannelli agglomerati o lettiera per animali. Nel settore del lino nulla va perso, tutto si trasforma!

Come prendersene cura

1. PRIMA DI INDOSSARLO

Prima di lavare per la prima volta un abito di lino, si consiglia di immergerlo per una notte in acqua fredda con aceto bianco. Questo processo permette di fissare il colore, ridurre il rischio di restringimento e limitare che si macchi in futuro. Dopo di che può esser messo direttamente in lavatrice.

2. LAVAGGIO IN LAVATRICE

Dopo aver separato la biancheria per colore, puoi lavare i tuoi abiti di lino idealmente a 30°C e con centrifuga lieve (al massimo 600 giri/min.), per evitare che si stropicci troppo. Per lo stesso motivo, non sovraccaricare il tamburo. Certi capi un po’ ruvidi si ammorbidiscono attraverso i lavaggi.

3. ASCIUGATURA ALL’APERTO

Sorveglia la fine del ciclo della lavatrice per stendere immediatamente gli indumenti di lino all’aperto su una gruccia. Così si stropicciano meno. Bada alle pieghe, perché certi tessuti di lino restano segnati... a vita, questo accade quando la fibra si rompe.

4. STIRATURA AL ROVESCIO

Spesso, un abito 100 % di lino ha comunque un’aria spiegazzata. Se questo aspetto casual chic non ti piace, prendi in mano il ferro da stiro. Oppure scegli un capo di lino non stropicciabile, esiste! È meglio stirare il tessuto quando è ancora umido e al rovescio. Per lisciare la stoffa puoi utilizzare anche un ferro da stiro a vapore.

STIRA E DISINFETTA: vaporetto igienico
Laurastar IGGI rosso,
fr. 179.90 (invece di fr. 199.90), da Fust.
STIRA E DISINFETTA: vaporetto igienico Laurastar IGGI rosso, fr. 179.90 (invece di fr. 199.90), da Fust.

Cooperazione Weekend

Un'iniziativa nata dalla collaborazione di Cooperazione e 20 minuti, i due maggiori giornali della Svizzera, per lanciare un nuovo magazine di tendenza per l'inizio del fine settimana. «Cooperazione Weekend», disponibile all'interno di 20 minuti, esce tutti i venerdì in tre lingue.